· 

GIADA ROSSI E LA FANTASTICA VITTORIA AL CHINA OPEN 2018

L'Open di Cina si è concluso nel migliore dei modi per Giada Rossi. Infatti l'atleta azzurra ha prevalso su tutte le sue avversarie guadagnando la medaglia d'Oro.

 

La scalata di Giada ha avuto inizio nel girone unico a quattro della classe 1-2, ha inizialmente surclassato per 3-0 la giapponese Mayumi Ozawa, poi si è imposta per 3-0 sulla thailandese Chilchitraryak Bootwansirina, con cui si era affrontata per la medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio, e si è conclusa con una fantastica vittoria per 3-1 sulla cinese Liu Jing, tre volte campionessa paralimpica e due mondiale, al rientro all'attività agonistica dopo la maternità, che le ha fatto conquistare la vetta più alta del podio.

 

«Nel complesso - spiega l'azzurra - è stata una bella partita, giocata bene da entrambe e con molti punti lunghi e combattuti. Sono molto soddisfatta. Nel primo set ho avuto difficoltà a rispondere al servizio, specie quello tagliato, e non riuscivo, dunque, a entrare in gioco. Per quanto mi riguarda ho servito troppe volte tagliato e ho dato quindi la possibilità alla cinese di angolare immediatamente il suo colpo. Dal secondo parziale in poi ho invece risposto bene, prendendo meno rischi inutili, e ho piazzato le palline molto angolate, alzando solo quelle "giuste". Non ho poi battuto più tagliato e sono stata molto precisa nella scelta del posizionamento del servizio laterale veloce, la vera e propria arma vincente. Praticamente, come al solito, il servizio è stato decisivo al 90% e il resto lo ha fatto la risposta».

 

Grazie al suo impegno, Federico Falco, l'altro atleta italiano paralimpico presente al torneo, è riuscito a raggiungere il tabellone nella gara che accorpava la sua classe 1 con quella superiore, ma la sua ascesa è stata frenata ai quarti di finale dal coreano Joo Young Dae, numero 1 del ranking internazionale di classe 1, contro cui ha ceduto per 2-3.

 

«Federico - commenta il direttore tecnico Alessandro Arcigli - ha fatto match pari con il coreano fino al 2-2 e 6-6 al quinto set, disputando veramente una partita ottima. Poi Joo Young Dae ha conquistato un punto equilibrato ed è andato via. Giocarsela punto a punto con il numero 1 è molto positivo e si è trattato di un test probante. Sono contento del suo rendimento. Ormai Federico tecnicamente e fisicamente è al livello dei più forti al mondo e deve solo un po' migliorare l'attitudine a giocare i punti importanti con il massimo dell'intensità, però abbiamo tempo per lavorarci».

 

Delle ottime notizie per il settore paralimpico anche in vista dei Campionati Mondiali che si svolgeranno a Celje, in Slovenia, a metà ottobre.

 

Fonte: Sito internet Fitet